Il Cinghiale

La fontana del porcellino è uno dei simboli di Firenze e si trova sotto uno degli archi della Loggia del Mercato Nuovo. La tradizione vuole che strofinare il naso della statua, inserire poi una moneta nella sua bocca e farla cadere nella grata che si trova davanti alle sue zampe esattamente dove l’acqua scorre porta fortuna oppure sfortuna: se la moneta cade della grata si avrà fortuna, se invece non sarà così si avrà sfortuna. Ma quale è la storia di questa statua?

wp-image--102290435
Statua del Cinghiale all’interno della Galleria degli Uffizi

In realtà la statua del “porcellino” rappresenta un cinghiale e l’originale è una copia romana donata dal Papa Pio IV al Granduca Cosimo I dé Medici. La statua originale è conservata oggi su uno dei corridoi della Galleria degli Uffizi. A questa statua Cosimo II fece fare una copia bronzea a Pietro Tacca nel 1612 destinata a decorare la residenza di Palazzo Pitti. La statua è documentata vicino alla Loggia del Mercato Nuovo già dalla prima metà del Seicento e venne trasformata in fontana da Ferdinando II per un motivo puramente pratico. Sotto la Loggia erano presenti i mercanti di stoffe quindi poteva essere usata da quest’ultimi come fontana per bere.

wp-image-19416019
Fontana del “Porcellino”

Nell’Ottocento si decise di fare una copia perchè l’originale non possa rovinarsi e quest’ultimo venne collocato all’interno del Museo Bardini.

La statua del Porcellino è apparsa nei film di Harry Potter e gli viene dedicata una fiaba da parte di Hans Christian Andersen, lo stesso autore della Piccola fiammiferaia e della Principessa sul pisello.

BeArte

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...